L’arte di Luca Moretto supportata da: Staygreen Venezia, RobertoPamio+Partners & Mungo Italia

Salvaguardia dell’ambiente e innovazione tecnologica si fondono in un progetto originale che vede la creatività dell’artista veneziano Luca Moretto trasformare in opere d’arte gli eco-arredi di design ideati da Staygreen attraverso l’applicazione dei nuovi siliconi Mungo in sintonia con la sostenibilità ambientale.

MarilynMurrinaPop_Cork_Luca
Prodotti unici, disegnati da Roberto Pamio & Partners e realizzati artigianalmente interamente in Italia, gli arredi Staygreen sono frutto di un’attenta ricerca sui materiali che esprime un nuovo modo di vivere il design all’insegna dell’ecosostenibilità. Sedute, poltrone, divani, letti, tavoli e librerie sono creati unendo la carta e il cartone ad altri materiali alternativi e selezionati, capaci di incarnare un design pulito e naturale nelle forme.

CorkBlack+Luca
#Cartone #Design #Arte #Silicone #DilloColSilicone #SayItWithSilicone 

Il Lungomare di Jesolo dedicato a Bebe Vio

DMG43163-copia-696x562

Grande successo per l’evento “Lungomare delle Stelle” che si svolge a Jesolo. Bebe Vio è la stella del 2017. Donata un’opera d’arte dal Comune della Città di Jesolo e consegnata dall’artista Luca Moretto.

di Antonella Amato – Bebe Vio, la campionessa paralimpica ha legato il proprio nome alla Città di Jesolo. Il tratto di lungomare dello stabilimento Nemo Beach (dove si cura nei minimi dettagli l’ospitalità per i disabili) avrà il suo nome. Dal 2001 Jesolo riconosce a grandi personaggi del mondo dello spettacolo, della televisione, della musica, della scienza e dello sport, un tratto di passeggiata a mare. Un evento unico nel suo genere che ricalca un po’ la Walk of Fame di Hollywood. Il primo è stato Alberto Sordi, poi sono arrivati personaggi del calibro di Mike Bongiorno, Sofia Loren, Katia Ricciarelli, Andrea Bocelli, Gina Lollobrigida, Carla Fracci, fino ai più recenti Alessandro Del Piero, Federica Pellegrini e i Pooh.luca moretto Nel corso della manifestazione Bebe ha ricevuto un dono che le è stato consegnato dall’artista jesolano Luca Moretto ritenuto, dalle Istituzioni di Jesolo, la persona più adatta a tale compito per la sua incredibile storia di vita che lo accomuna alla campionessa, entrambi con protesi agli arti. “L’opera donata a Bebe era di un mio caro amico “Dante”, collezionista, ed era perfetta per la sua gioiosità e allegria. –  dichiara Luca Moretto – Ho ritenuto che rispecchiasse a pieno “la stella” che sarebbe venuta a Jesolo per ricevere l’intitolazione del tratto di Lungomare. Dal primo momento non abbiamo avuto alcun dubbio a mettere a disposizione quest’opera per donarla al Comune, – continua – affinché le fosse consegnata il giorno della cerimonia dal sottoscritto. Ringrazio il mio carissimo amico per il suo gesto, – conclude – oltre all’Amministrazione e al Sindaco per avermi dato l’opportunità di rappresentare la mia città in un evento molto importante ed emozionante”. Luca Moretto è stato invitato a questo evento per consegnare il dono alla campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio perché ha una storia di vita fatta di sacrifici e dolore ma anche di forza di volontà e soddisfazioni che si stanno amplificando sempre di più nel suo percorso di artista. Purtroppo Luca nel 1999 ebbe un incidente in moto che “si trasformò” in tragico e dal quale ne uscì vivo ma con l’amputazione di un arto. Oggi porta una protesi e soffre costantemente di dolori atroci al piede che gli è stato amputato. Ha subito più di trenta di interventi. Dopo l’amputazione sono comparsi i dolori, dolori atroci che lo costringono a giornate interminabili, notti insonne e farmaci a vita. A 18 anni di distanza vive ancora nel dolore, il suo caso è stato diagnosticato in “sindrome da arto fantasma” in una delle forme più gravi al mondo.  Il destino è stato beffardo con la sua famiglia, perché anche il suo papà purtroppo è stato costretto su una sedia a rotelle, anch’egli amputato di entrambe le gambe a causa di una malattia nelle arterie. L’arte ha aiutato moltissimo Luca ad affrontare il dolore. Nel 2006 ne è nata una passione che di li a qualche anno si è trasformata in lavoro. Questo l’ha motivato ad andare avanti, a porsi obiettivi che ha saputo concretizzare anche grazie alla caparbietà e alla dedizione al suo lavoro. Oggi è un artista molto apprezzato per l’originalità delle sue opere. Con orgoglio racconta delle collaborazioni con importanti aziende grazie alle quali in questi anni ha ricevuto grandi soddisfazioni. Infatti Vespa Venice, una delle sue opere più famose, è stata richiesta all’estero per essere esposta in Musei e Mostre internazionali. Di recente è stato premiato al Galà de l’Art di Monte Carlo. Oggi le sue opere sono esposte anche in Ambasciata d’Italia a Monte Carlo. La manifestazione “Lungomare delle Stelle” si è conclusa con entusiasmo e tanti applausi di un pubblico presente nonostante il grande caldo. Luca Moretto ha lasciato il palco dichiarando:  “Mi sento fortunato di aver potuto consegnare quest’opera a Bebe Vio, la stella più luminosa di tutte le edizioni!

 

Comunicato Stampa: Esposte presso l’Ambasciata d’Italia nel principato di Monaco le prime tre opere classificate al Galà de l’Art 2017

Comunicato Stampa: Farnesina – Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco

“ Gala de l’Art il riferimento per l’Arte contemporanea Italiana nel Principato di Monaco “

“Sono molto orgoglioso di presiedere la giuria del Galà de l’Art che rappresenta l’Arte Italiana a Montecarlo. Un’occasione importante per mostrare al pubblico internazionale del Principato non solo i fermenti che animano la scena artistica contemporanea del Bel Paese ma anche la grande professionalità e competenza dell’imprenditoria culturale Italiana. L’evento è stata l’occasione per promuovere l’immagine dell’Italia, enfatizzando il ruolo cruciale che può svolgere Monaco nella promozione internazionale del Made in Italy.”

Queste le parole entusiaste con cui l’Ambasciatore Italiano nel Principato di Monaco S.E. Cristiano Gallo ha dato inizio alla kermesse artistica che premia gli eccellenti artisti Italiani tenutasi sabato 17 Giugno nella stupenda cornice della sala Mistrau presso l’Hotel Fairmont di Montecarlo che ha visto premiati al 1° posto Lorenzo Zenucchini, al 2° posto Annemarie Ambrosoli e al 3° posto Luca Moretto i quali hanno avuto l’onore di vedere esposte le loro opere per questo mese di luglio presso l’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco alla presenza dell’Ambasciatore S.E. Cristiano Gallo .

ESPOSIZIONE DELLE OPERE FINALISTE AL GALA DE L’ART 2017 PRESSO L’AMBASCIATA D’ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO

1

ALLA PRESENZA DELL’AMBASCIATORE S.E. CRISTIANO GALLO E IL DIRETTORE STEFANO IORI

 

5

3° Classificato: Luca Moretto
Titolo opera: Silicone Skyline | Sunset
Silicone su compensato – cm 33x83x6

​Città di Jesolo, 4 Luglio 2017, “Lungomare delle stelle” | Bebe Vio

È stato per me un orgoglio rappresentare ieri la mia città sul palco della spiaggia di Nemo!

 “Mi sento fortunato di aver potuto consegnare quest’opera a Bebe Vio, la stella più luminosa di tutte le edizioni”!

DMG43147-a.jpg

Gala de l’Art | ARTISTI  ECCELLENTI  IN ARRIVO A MONTECARLO

 

Comunicato stampa

Giunta alla sua Sesta edizione il prossimo 17 Giugno alle ore 10.30 presso l’Hotel Fairmont di Montecarlo apriranno i battenti del Gala de L’Art, l’attesissima esposizione che premia gli eccellenti artisti Italiani, dove si potranno ammirare le opere d’arte in concorso che verranno presentate e premiate a partire dalle ore 16.00 nella raffinata ed elegante atmosfera della sala Mistrau accompagnate dalla musica di gran classe di Radio Montecarlo .

Invariata resta la formula della Kermesse artistica curata da Monac’Art la società leader nell’organizzazione di eventi artistici e culturali nel Principato di Monaco. Anche quest’anno, numerose sono state le richieste di partecipazione arrivate da parte di tantissimi artisti. Tra questi, un team tutto Italiano di esperti d’arte, composto da Andrea Bellusci della Globart Investments, Carlo Misuraca di Artepremium e Stefano Iori di Iori Casa d’Aste ha selezionato gli 11 finalisti del concorso che vedranno esposte e premiate le loro opere dalla autorevole giuria composta da: S.E.  l’Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco Cristiano Gallo, il Dott.re Giuseppe Sergio Carlo Ambrosio, il Direttore della rivista Royal Monaco Dott.re Luigi Mattera e il Direttore di Iori Casa d’Aste Stefano Iori, che avrà anche l’arduo compito di votare i tre finalisti che otterranno il miglior risultato con il privilegio di poter esporre le loro opere per alcuni giorni all’interno delle sale di rappresentanza della sede dell’Ambasciata Italiana a Monaco.

Sei anni di successi, dunque, per la manifestazione Artistica Italiana Patrocinata dall’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco, fortemente voluta e sostenuta dalla Iori Casa d’Aste, la galleria d’arte Piacentina, da decenni punto di riferimento Nazionale per il mercato dell’arte moderna e contemporanea.

Nasce così il Galà de l’Art, una vera e propria kermesse Artistica che negli anni ha portato alla ribalta dei riflettori Monegaschi decine di Artisti Italiani che, diversamente, non avrebbero avuto la possibilità di mostrare il loro talento a un pubblico così esclusivo e Internazionale come quello di Montecarlo.

Per festeggiare questo importante traguardo e premiare gli Artisti è stato organizzato per le ore 19.00 un esclusivo Cocktail di Gala presso la galleria del Saphir 24 all’interno  dell’hotel Fairmont con la degustazione degli eccellenti vini della cantina Santa Giustina di Pianello Val Tidone.

Per chi fosse interessato partecipare a questo evento vi ricordiamo che alle ore 16.00 vi sarà la presentazione degli Artisti presso la sala Mistrau con ingresso libero al pubblico, seguita alle ore 19.00 presso il Saphir 24 la premiazione e il cocktail di Gala solo con prenotazione  inviando mail a: info@monacart.mc

Tutte le informazioni sul sito: www.galadelart.it

LOCANDINA GALA DE L'ART 2017

Le Bugatti B35 di Luca Moretto in mostra a “Milano Autoclassica”

Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 novembre apre i battenti la fiera di auto d’epoca “Milano Autoclassica”. L’evento avrà luogo nel consueto polo fieristico di Milano/Rho. 

Luca Moretto, ospite di “RM Autosport” prestigioso salone di auto sportive e di lusso del Principato di Monaco, espone le sue “piccole” Bugatti B35 nelle versioni Color Drops & Murrina Pop

I due modellini in metallo trasformati in Opere d’arte a tiratura ultra limitata di 1/1, sono realizzati con la “Silicone Art”, uno stile artistico che ormai da un decennio contraddistingue l’operato dell’artista veneto il quale dal 2006 ad oggi ha fatto del silicone il proprio “Leitmotif Artistico”. 

Questo progetto ‘ spiega Moretto in riferimento alle sue Bugatti‘ nasceva a novembre 2014 dalla collaborazione con Saratoga, la più famosa azienda italiana del silicone arrivata al grande pubblico per la pubblicità che dai primi anni 80 ad oggi è presente nelle principali emittenti radiotelevisive italiane. Questo ‘matrimonio’ tra me l’azienda leader in Italia e in Europa nella produzione e distribuzione di silicone fu ed è tutt’ora uno dei motivi di orgoglio per me. La prima Bugatti B35 Color Drops in versione “White Edition” nacque nel 2014 dando il via alla collaborazione tra me e l’azienda Milanese. Nel 2015 fui supportato da Saratoga in qualità di sponsor principale per una importante personale presso la Casa Museo Spazio Tadini nel quartiere Ventura Lambrate di Milano. L’evento durò un mese, inaugurato per il Fuorisalone e concluso alla fine della prima settimana dell’Expo. 

Le Bugatti di Moretto sono visibili al padiglione 18, corsie E07 | D08

wp-image-1273521944jpg.jpg

wp-image-971247128jpg.jpg

Inaugurazione mostra “La Vespa e il Cinema” – Lenfilm Studios | San Pietroburgo.

Inaugurazione mostra:  “LA VESPA E IL CINEMA”  – 9 / 20 novembre 2016
Evento promosso dall’Istituto Italiano di Cultura a San Pietroburgo e il Centro Studi Cinematografici Lenfilm, in collaborazione con la Fondazione Piaggio e il Centro Multimediale del Cinema.

Inauguration: “VESPA AND CINEMA” – November 9 / 20, 2016
Event sponsored by the Italian Institute of Culture in St. Petersburg with Lenfilm, in collaboration with Piaggio Foundation and “Centro Multimediale del Cinema”

Ph courtesy: Valera Ivanov

15032297_668464689986950_5073571891006126502_n
Vespa Nespolo | Vespa Venice | Vespa Alcantara

 

14938242_668464669986952_4228955324072872359_n
Vespa Venice©

 

14962810_668464643320288_6627591892483016818_n
54° Biennale di Venezia – Padiglione Italia | Torino

 

14991959_668464726653613_9095790417222152505_n
LUCA M.™ | Vespa Venice©

 

14956534_668455643321188_148304109355503275_n
Inaugurazione mostra: LA VESPA E IL CINEMA | Lenfilm Studios

 

14900588_1237031119690951_3847789407569816447_n
LA VESPA E IL CINEMA | Consolato Generale d’Italia San Pietroburgo

“Vespa Venice” in mostra a San Pietroburgo per la rassegna “LA VESPA E IL CINEMA”

Vespa_Venice_Luca_Moretto
Vespa Venice© di Luca Moretto

“LA VESPA E IL CINEMA”  – 9 / 20 novembre 2016
Inaugurazione: mercoledì 9 novembre 2016 ore 18.00
Evento promosso dall’Istituto Italiano di Cultura a San Pietroburgo e il Centro Studi Cinematografici Lenfilm, in collaborazione con la Fondazione Piaggio e il Centro Multimediale del Cinema.

“VESPA AND CINEMA” – November 9 / 20, 2016
Inauguration: Wednesday 9 November 2016 at 18h00
Event sponsored by the Italian Institute of Culture in St. Petersburg with Lenfilm, in collaboration with Piaggio Foundation and “Centro Multimediale del Cinema”.

[Click here for English version]

La Vespa e il Cinema” nasce dalla collaborazione fra la Fondazione Piaggio e il Centro Multimediale del Cinema per celebrare la storia del connubio tra il cinema e lo scooter più famoso del mondo che quest’anno compie settant’anni.

La mostra rende omaggio all’icona del design che ha rivoluzionato la mobilità e il costume,  non solo con l’innovazione tecnica, ma anche sul piano artistico ed estetico. E proprio a rappresentare l’estro creativo italiano, per l’occasione sono esposti tre splendidi modelli di Vespa d’autore, concessi dal Museo Piaggio di Pontedera:

1) Vespa “Venice” un modello Vespa 50 del 1967 rivisitata in chiave Pop da Luca Moretto. Realizzata nel settembre del 2010, è stata esposta alla 54esima Biennale di Venezia ed è ospite del Museo Piaggio dal 2012.
2) Vespa GTS 300 personalizzata nel 2010 da Ugo Nespolo;
3) Vespa “PX Dolce Vita Alcantara” personalizzata nel 2015 da Paola Navone.

Vespe d'autore - Museo Piaggio

Scrive Riccardo Costagliola, presidente della Fondazione Piaggio: “il grande successo riscosso a Pontedera – dove è stata inaugurata la prima volta al Museo Piaggio nel 2010 ed è rimasta fino a febbraio 2011 – ha fatto sì che questa mostra diventasse una sorta di “evento itinerante” celebrato sui palcoscenici culturali più autorevoli del mondo: da Torino, in occasione delle celebrazioni ufficiali dei 150 anni dell’Unità d’Italia, ai Nastri d’Argento di Taormina, a Cannes, fino ad arrivare oggi a San Pietroburgo”.

L’itinerario narrativo della mostra, presentata grazie all’Istituto Italiano di Cultura e al Centro Studi Cinematografici Lenfilm, si snoda attraverso l’esposizione di immagini e la proiezione di film storici in cui la Vespa è protagonista.

Il primo appuntamento è per mercoledì 9 novembre alle 19.30 con la proiezione del film La dolce vita di Federico Fellini (1960) a cui faranno seguito:

Caro diario di Nanni Moretti (1993) – 13 novembre ore 19.30
Ratatouille di Brad Bird e Jan Pinkava (2007) – 20 novembre ore 10.00
Il segno di Venere di Dino Risi (1957) – 20 novembre ore 18.30

14900588_1237031119690951_3847789407569816447_n
Con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia – San Pietroburgo

#Alberta Dini – Mungo. Il silicone si trasforma in opera d’arte.

Il Commercio Edile

ce_ottobre_mungo.jpg

Dall’edilizia al mondo dell’arte e del design: i siliconi firmati Mungo, grazie all’estro creativo di Luca Moretto, da materiali sigillanti si sono trasformati in vere e proprie opere d’arte.

Luca Moretto, opera Murrina Pop Full Color
Luca Moretto, opera Murrina Pop Full Color

I polimeri siliconici di nuova generazione dell’azienda svizzera, ecosostenibili e mappati LEED, sono diventati uno dei materiali con cui Moretto ha realizzato le sue opere esposte alla Biennale di Venezia, a Milano, a Montecarlo e in Cina. L’artista di Jesolo,  ispirato dalle sue esperienze passate ha sperimentato l’uso del silicone su tela fino a riuscire a plasmarlo nelle forme più impensabili, conferendogli dignità e bellezza.

Luca Moretto, l'artista che crea opere con il silicone Mungo
Luca Moretto, l’artista che crea opere con il silicone Mungo

Dalle prime tele con colori a olio e silicone fino alle sculture e alle creazioni realizzate totalmente in silicone, l’evoluzione artistica di Luca Moretto è stata protagonista nei giorni scorsi di un’importante esposizione presso lo spazio Summer Art 2016 di Portopiccolo Sistiana (TS) a cura dell’associazione Woland Art Club. La mostra, allestita in concomitanza con lo svolgimento a Rio delle Paraolimpiadi, ripercorre i dieci anni della carriera di Moretto attraverso le sue opere più significative.

Mauro Leoni, direttore generale Mungo ItaliaMauro Leoni, direttore generale Mungo Italia

Tra le aziende promotrici della manifestazione e che da anni sostengono il lavoro e la creatività dell’artista veneto c’è Mungo, con il suo general manager Mauro Leoni che, abituato a concepire il silicone come qualcosa di unicamente funzionale, è rimasto affascinato e piacevolmente sorpreso nel vederlo diventare forma d’arte: «Luca riesce con maestria a unire forme e colori in opere d’arte uniche così belle e originali alla vista e al tatto quasi da trasformare il silicone in marmo del terzo millennio».

luca-moretto-marilyn-murrina-pop
Luca Moretto, Marilyn Murrina Pop

Un progetto di collaborazione “sostenibile” che vede i nuovi siliconi mappati LEED di Mungo protagonisti di un processo di reinterpretazione di oggetti d’arredo e pezzi di design come nel caso di Marilyn Murrina Pop – Blu Sorrento, la gigantesca lampada in cartone di Staygreen Venezia, disegnata dallo studio robertopamio+partners. Una partnership e un sodalizio, quello tra Mungo e Moretto, che nel 2015 ha portato l’artista a partecipare al Fuorisalone con l’esposizione “La Tecnologia Mungo e il Design Staygreen incontrano l’arte con Luca Moretto” andata in scena presso il Brera Design District durante la quale sono stati presentati gli EcoArredi di Staygreen Venezia.

LUCA MORETTO
L’arte di Moretto è diretta, gioiosa, ma arriva da un percorso doloroso (a 23 anni a causa di un incidente in motocicletta ha perso una gamba) che va indagato e assimilato insieme alle forme e ai colori. L’opera più conosciuta e che tuttora suscita un notevole impatto sul pubblico e sulla critica risale al 2010, non è realizzata in silicone bensì dipinta a mano con una tecnica a effetto rilievo. Si tratta di Vespa Venice, un esemplare del modello Piaggio datato 1967, che l’artista di Jesolo ha rivisitato in chiave pop con estro e fantasia per poi esporla alla 54esima edizione della Biennale di Venezia nel Padiglione Italia curato da Vittorio Sgarbi. Nel 2012, Vespa Venice© è diventata ospite permanente del Museo Piaggio, oltre a essere considerata da ICON come una delle cinque versioni uniche più belle del celebre scooter italiano.
Mostra di Luca Moretto
Mostra di Luca Moretto, a Portopiccolo Sistiana (TS)