Ringraziando anche Daniela Larentis per le sue splendide parole

A quanto pare oggi è la giornata delle citazioni… E rinraziamenti. Stavolta rivolti a Daniela Larentis de L’Adigetto, Trento.

Come nel precedente intervento qui nel Blog, ho appena letto bene un’altra intervista andata online nei giorni in cui ero impegnato a scorazzare per il traffico Milanese trasferendomi tra i distretti di Brera-via Pontaccio e Lambrate-via Jommelli… Alle due sedi delle mostre.

E, sempre come sopra, non avevo letto bene tutto e colto questa parte stupenda nell’ultimo paragrafo dell’intervista.

Per leggere l’intervista nella sua completezza cliccate qui

Ha qualche sogno nel cassetto?
«Spero un giorno di liberarmi dal mio scomodo compagno di viaggio, il dolore fisico. E poi mi piacerebbe avere uno studio in cui poter lavorare: la mia casa ideale sarebbe un grande capannone a più piani, uno dei quali adibito al lavoro, una vetrata enorme la separerebbe dal garage, dove mi piacerebbe fosse parcheggiata una Ferrari. Vedremo, chissà…»

Noi glielo auguriamo di cuore. Pensando al suo percorso di dolore e al messaggio positivo trasmesso dalle sue creazioni torna in mente l’immagine di certi fiori di montagna, i quali emergendo dalle rocce disadorne e irraggiungibili, del tutto inaspettatamente sembrano innalzare lo sguardo dalla superficie delle cose, andando oltre, puntando le loro variopinte corolle contro il blu del cielo e diffondendo nell’aria uno sconfinato senso di allegria e gioia di vivere.

Opere di Luca Moretto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...